Edmos by Filippo Fanini

gallery 22 marzo 2017 Leave a response

Filippo Fanini ha la moda nel suo DNA; avanguardista e innovatore da un lato attinge dal passato, dai ricordi dall’altro rielabora sapientemente attraverso tecniche moderne dando vita a capi unici. La pelle è la sua tela attraverso la quale rappresenta la sua arte e il suo mondo. 

Per me è come una pagina bianca per un artista. L’ ispirazione e il prodotto finale sono già contenuti nella pelle stessa. E’ una materia prima che attrae l’artigiano che è in me, è un materiale che permette tantissime manipolazioni e trattamenti, può diventare rigido e creare una scultura oppure essere trasformata in una lussuosa borsa da viaggio fino a divenire un soffice cuscino.

Edmos è un progetto che nasce da una intuizione proprio di Filippo; il concept è quello di riutilizzare gli scarti di pelle durante la fase di produzione di una collezione: risultato, un mosaico composto di centinaia di pezzi che assemblati ricreano una nuova pelle. Da qui il nome: MOS mosaico mentre ED è il diminuito di Edmondo nome del padre di Filippo, Edmos  cioè il mosaico di Ed. Un procedimento che coniuga artigianalità ed eco-sostenibilità. Ogni capo è tinto singolarmente, creando toni irregolari esclusivi e non riproducibili. Specializzato in pellami pregiati, Filippo Fanini combina il meglio dell’artigianalità italiana con tecniche sperimentali innovative, ottenendo pezzi unici sapientemente lavorati. La forza dietro il concetto di Edmos è la creatività italiana che oltre a fare tendenza lancia anche nuovi trend. Read More

Altaroma 2017: L’evoluzione dell’Alta Moda

gallery 7 febbraio 2017 Leave a response

Un’edizione quella appena passata di Altaroma sempre più ricca di creatività, indiscussa eleganza ma sopratutto innovazione nel mondo dell’Alta Moda. Tutto è destinato ad evolvere e adeguarsi al progresso, alla società, al mondo che cambia. La verità è che oltre alla tecnologia, al modo di comunicare, al modo di concepire la cucina e la moda anche il concetto di Alta Moda è destinato a cambiare, a trasformarsi in qualcosa di nuovo ad adeguarsi ad un  pubblico differente, a nuovi interlocutori e la difficoltà sta proprio nel capire cosa dare a questo pubblico, come sorprenderlo come farlo sognare perché l’Alta Moda deve anche far sognare. Di certo oggi non mancano le risorse e i mezzi; tessuti ultra pregiati, tagli e tecniche di ricamo sempre più nuove ed evolute, contaminazioni e ispirazioni più disparate grazie alla possibilità di essere ovunque e in qualsiasi momento in modo reale o virtuale. L‘Alta Moda, rispetto al passato, come è giusto che sia, ha una connotazione sempre più “social” attuale che per certi versi la rende meno eterea e più terrena mantenendo però sempre quell’anima di esclusività, di sogno e pura artigianalità che la caratterizza e la rendere unica. Altaroma continua a puntare sui giovani, sulla loro passione e sulla loro creatività per costruire il futuro dell’Alta Moda italiana grazie anche al contributo di numerose accademie e università che hanno animato il calendario di questa edizione. Si rafforza dunque l’obiettivo di generare uno stimolo per la crescita di nuovi talenti e fornire, per ognuno di essi, una prospettiva più estesa nelle diverse aree della creatività. Read More

.Stories: Se ti piace ne fai parte

gallery 3 novembre 2016 Leave a response

Storie da raccontare, di chi ha scelto il coraggio a tutto il resto, donne e uomini che pur di rivendicare la propria identità, preferiscono uscire dal coro, lasciare il certo per andare a prendersi ciò che gli spetta. 

Stories è un progetto che nasce dalla passione per il bello, per la qualità dei materiali e per il design. L’intera produzione delle collezioni avviene in Italia garantendo il Made in Italy anche per i filati di altissima qualità. L’ispirazione nasce dalle atmosfere che durante la Rivoluzione Industriale a fine ‘800 ha trainato l’economia introducendo i primi macchinari automatizzati. L’efficienza diventava parte integrante del quotidiano, nasceva la ricerca dell’incastro impeccabile. Sono le atmosfere dal sapore noire e sofisticato che ispirano i diversi look. In quell’epoca nacque l’Art Decò che con il suo dinamismo fondò le sue radici sul cambiamento. Per Stories la t-shirt non è solo un capo di abbigliamento è l’anima di chi la sceglie. Read More

Il meraviglioso mondo di Michele Chiocciolini

gallery 17 ottobre 2016 Leave a response

Sono l’amore per la bellezza e la ricerca di un linguaggio contemporaneo a guidare la mano di Michele Chiocciolini portandolo a realizzare creazioni eleganti, ricercate e di qualità che raccontano una storia, un viaggio: il suo. Nato a Firenze, contemporaneamente agli studi in Architettura, inizia a fare le prime esperienze come fashion designer assecondando l’esigenza di una più libera e totale creatività. Le prime creazioni sono abiti in cui Michele trasferisce gli sviluppi pittorici del suo estro ma è la vittoria del Talent “Fashion Style” nel 2013 ha consacrarlo nel favoloso mondo della moda portandolo fin da subito a collaborare con il mondo dello spettacolo, realizzando abiti per produzioni teatrali e cinematografiche. Da queste premesse nasce la linea di clutch da uomo diventate oggi il suo punto di forza. Si tratta di clutch in pelle interamente made in Italy, tagliate e cucite a mano da sapienti mani artigiane di uno dei più antichi laboratori fiorentini. Le clutch sono ispirate ad immagini pop che hanno accompagnato da sempre l’immaginario di Michele Chiocciolini, immagini che rimandano agli anni ’80: i graffiti, New York, Madonna, Prince, Keith Haring. Oltre alle clutch, Michele ha dato vita ad una linea di giacche uomo, altra sua grande passione, che reinterpreta utilizzando tessuti unici, di ispirazione orientale, realizzate interamente a mano da artigiani fiorentini. Read More

Il meglio di Altaroma 2016

gallery 20 luglio 2016 Leave a response

Sempre più proiettata verso la ricerca, la sperimentazione e l’innovazione, l’edizione appena passata di Altaroma non ha mancato di stupire per originalità, contenuti e qualità. Altaroma ha scelto di rinnovarsi e scommettere sui giovani; sulla passione  per la moda, sulle nuove idee, traducendo e reinterpretando i canoni classici della moda declinandoli ai giorni nostri senza però perdere in originalità, stile e classe. Quattro giorni di sfilate, esposizioni e progetti culturali hanno animato la Capitale, all’insegna della moda giovane con tocchi di tradizione, couture e valorizzazione del savoir faire artigiano. Anche quest’anno Altaroma ha confermato la sua vocazione internazionale per la promozione dei talenti emergenti. Non a caso è stato confermato come headquarter della manifestazione l’Ex Dogana dal quale si sono dipanate svariate arterie metropolitane che attraverso eventi e presentazioni hanno svelato la città sotto aspetti e punti di vista inusuali e molto interessanti. Luoghi dimenticati e trascurati hanno ripreso vita  grazie alle energie di cinque designer provenienti dalle passate edizioni di “Who Is On Next?”, il progetto di scouting ideato da Altaroma e Vogue Italia. Tre i vincitori assoluti di questa dodicesima edizione selezionati da una giuria internazionale. Nella categoria prêt-à-porter il primo premio è andato a Brognano per la sua capacità di “interpretare lo spirito del momento con colori e sovrapposizioni”. Miahatami è invece arrivata seconda per “il senso del colore e la decisione di utilizzare alcuni dettagli della cultura persiana”. Per gli accessori, invece, ha vinto il primo premio Pugnetti Parma, selezionato per la sua decisione di valorizzare le eccellenze artigianali e locali. Read More

CONSIGLIA Chia pudding ai frutti rossi e yogurt