FLORACULT – Natura e Cultura

gallery 19 aprile 2017 Leave a response

Anche se siamo sempre più presi dalla frenesia delle nostre vite iper-impegnate e socialmente connesse ci sono delle cose a cui fisiologicamente, per fortuna, non riusciamo a rimanere impassibili come la bellezza che Madre Natura ci mette davanti agli occhi sotto forma di meravigliosi paesaggi mozzafiato o milioni di specie diverse di alberi, piante e fiori. E’ un vero e proprio labirinto di colori e profumi il mondo della floricoltura che affascina, rapisce e se vogliamo ci riporta anche un po con i piedi per terra; toccare, annusare, riuscire a cogliere le infinite sfumature di colori non è assolutamente possibile attraverso l’etere o con uno smartphone ma soltanto riattivando quei 5 sensi che la tecnologia tenta sempre più di sedare. La verità è che le piante, i fiori parlano e raccontano mille storie del passato ma anche attuali su come il nostro pianeta sta cambiando positivamente e negativamente; basta conoscere la chiave per decodificarle e quale posto migliore se non i Casali del Pino in occasione dell’ottava edizione di FloraCult? Read More

Edmos by Filippo Fanini

gallery 22 marzo 2017 Leave a response

Filippo Fanini ha la moda nel suo DNA; avanguardista e innovatore da un lato attinge dal passato, dai ricordi dall’altro rielabora sapientemente attraverso tecniche moderne dando vita a capi unici. La pelle è la sua tela attraverso la quale rappresenta la sua arte e il suo mondo. 

Per me è come una pagina bianca per un artista. L’ ispirazione e il prodotto finale sono già contenuti nella pelle stessa. E’ una materia prima che attrae l’artigiano che è in me, è un materiale che permette tantissime manipolazioni e trattamenti, può diventare rigido e creare una scultura oppure essere trasformata in una lussuosa borsa da viaggio fino a divenire un soffice cuscino.

Edmos è un progetto che nasce da una intuizione proprio di Filippo; il concept è quello di riutilizzare gli scarti di pelle durante la fase di produzione di una collezione: risultato, un mosaico composto di centinaia di pezzi che assemblati ricreano una nuova pelle. Da qui il nome: MOS mosaico mentre ED è il diminuito di Edmondo nome del padre di Filippo, Edmos  cioè il mosaico di Ed. Un procedimento che coniuga artigianalità ed eco-sostenibilità. Ogni capo è tinto singolarmente, creando toni irregolari esclusivi e non riproducibili. Specializzato in pellami pregiati, Filippo Fanini combina il meglio dell’artigianalità italiana con tecniche sperimentali innovative, ottenendo pezzi unici sapientemente lavorati. La forza dietro il concetto di Edmos è la creatività italiana che oltre a fare tendenza lancia anche nuovi trend. Read More

Meo Fusciuni: Ricercatore di memorie olfattive

gallery 10 marzo 2017 Leave a response

Vorrei emozionare le persone con gli odori, poter raccontare una storia senza immagini o suoni, senza quasi poter toccare, quella piccola nuvola odorosa che vicino a noi si spande…

Giuseppe Imprezzabile in arte Meo Fusciuni ama definirsi “Aromatario“ ossia colui che come un chimico mescola, dosa, sceglie spezie e le trasforma in ricercate essenze da indossare e da amare. Meo è un vero e proprio artista dei profumi perché attraverso loro lui si esprime, meraviglia, fa sognare. Il suo nome, racchiude tutte le sue radici, la Sicilia: Meo, infatti, è l’abbreviazione del nome del padre, Bartolomeo, e Fusciuni il soprannome del nonno, che in dialetto siciliano significa lo scorrere, il fluire di una sorgente, nel caso di Meo, di “Una passione incredibile per tutto ciò che ha odore“. 

Read More

Villa Koch: un posto indimenticabile dove vivere il proprio sogno

gallery 28 febbraio 2017 Leave a response

Tutti abbiamo un posto speciale dove rifugiarci, per evadere dalla quotidianità, per pensare, un posto tutto nostro dove poter sognare. C’è chi s’immagina in una meravigliosa isola caraibica all’ombra di una palma, chi in un castello o in un loft newyorkese; io ho sempre immaginato di essere in un elegante e gigantesco giardino stile Reggia di Versailles circondato da fontane, fiori e angoli segreti dove poter camminare, correre, nascondersi. Quando si sogna lo si deve fare in grande stile e nel mio il giardino rappresenta soltanto una parte del sogno perché fa da cornice ad una meravigliosa e sconfinata villa settecentesca. Centinaia di stanze, tra camere e salotti a tema oltre a corridoi con pareti coperte di opulenti specchi che nascondono passaggi segreti tra le stanze della villa. A volte i sogni diventano realtà e quando meno te lo aspetti ti ritrovi proprio nel posto che hai sempre immaginato e desiderato. Il mio sogno ha un nome: Villa Koch, la splendida residenza voluta da Gaetano Koch (1849-1910), architetto della fine dell’Ottocento da cui la Villa prende il nome. 

Read More

Altaroma 2017: L’evoluzione dell’Alta Moda

gallery 7 febbraio 2017 Leave a response

Un’edizione quella appena passata di Altaroma sempre più ricca di creatività, indiscussa eleganza ma sopratutto innovazione nel mondo dell’Alta Moda. Tutto è destinato ad evolvere e adeguarsi al progresso, alla società, al mondo che cambia. La verità è che oltre alla tecnologia, al modo di comunicare, al modo di concepire la cucina e la moda anche il concetto di Alta Moda è destinato a cambiare, a trasformarsi in qualcosa di nuovo ad adeguarsi ad un  pubblico differente, a nuovi interlocutori e la difficoltà sta proprio nel capire cosa dare a questo pubblico, come sorprenderlo come farlo sognare perché l’Alta Moda deve anche far sognare. Di certo oggi non mancano le risorse e i mezzi; tessuti ultra pregiati, tagli e tecniche di ricamo sempre più nuove ed evolute, contaminazioni e ispirazioni più disparate grazie alla possibilità di essere ovunque e in qualsiasi momento in modo reale o virtuale. L‘Alta Moda, rispetto al passato, come è giusto che sia, ha una connotazione sempre più “social” attuale che per certi versi la rende meno eterea e più terrena mantenendo però sempre quell’anima di esclusività, di sogno e pura artigianalità che la caratterizza e la rendere unica. Altaroma continua a puntare sui giovani, sulla loro passione e sulla loro creatività per costruire il futuro dell’Alta Moda italiana grazie anche al contributo di numerose accademie e università che hanno animato il calendario di questa edizione. Si rafforza dunque l’obiettivo di generare uno stimolo per la crescita di nuovi talenti e fornire, per ognuno di essi, una prospettiva più estesa nelle diverse aree della creatività. Read More

CONSIGLIA Chia pudding ai frutti rossi e yogurt